VarietA� e qualitA� degli spazi in un contesto riservato e protetto ma al centro della cittA� sono le peculiaritA� di questa iniziativa immobiliare.

Il progetto propone la riqualificazione dei fabbricati siti al civico 6 di via Mantegna a Milano, giA� sede della societA� a�?Monte Titoli S.p.A e prima ancora dello Stabilimento di Arti Grafiche Alfieri-Lacroix, ristrutturandoli totalmente ad uso residenziale ed uffici: una innovativa offerta immobiliare di alloggi con elevate prestazioni di efficienza energetica e grande attenzione alla qualitA� abitativa urbana.

Il complesso infatti A? inserito in una zona prevalentemente residenziale, dotata di molti servizi di quartiere e collegata da vari mezzi pubblici (linee di superficie autobus e tram lungo la vicina via Procaccini) oltre alla stazione Gerusalemme della MM5, di prossima ultimazione, distante poco piA? di 300 metri.

Costruito nei primi anni del 1900, il complesso ha la particolaritA� di estendersi in lunghezza alla��interno della��isolato ed A? formato da due corpi di fabbrica uniti tra loro di cui quello da��ingresso, affacciato su via Mantegna, A? caratterizzato da un architettura nobile con stilemi Liberty tipici del periodo della��Eclettismo milanese. Quello interno invece occupa tutta la lunghezza del lotto ed ha caratteri architettonici piA? seriali ed una scansione di facciata costituita da lesene decorative e serramenti regolari metallici con fronti di buon decoro segnati da logge e terrazzi lineari.

Il fronte ovest in particolare prospetta sul lungo cortile che caratterizza il complesso ed A? rivolto verso i giardini e spazi esterni del limitrofo comprensorio scolastico; seppur diviso dal muro di cinta viene a formarsi cosA� un ambito verde ben qualificato e protetto che nel nuovo progetto si propone come un’oasi di quiete, stile e serena bellezza.

La��edificio si sviluppa su cinque livelli fuori terra ed A? distribuito da tre nuovi corpi scala/ascensore che permettono la realizzazione di una��ampia varietA� di tipologie abitative e tagli (bilocali, trilocali e quadrilocali) per un totale di 46 appartamenti; tutti dotati di ampie finestrature che garantiscono buona luminositA� ai locali, rifiniti con materiali di pregio e dotati di tutti i comfort.

Per rispondere alle svariate esigenze del mercato sono stati realizzati appartamenti bilocali (60-70mq) eventualmente aggregabili, trilocali (120mq), duplex (90mq) o quadrilocali (140/190mq). Sono state previste soluzioni classiche con terrazzo o loggia ai piani, duplex con giardino pertinenziale e ingresso autonomo al piano terra, attici con terrazza e appartamenti su due livelli al piano quarto/sottotetto che sfruttano le coperture a falda con colmo centrale. Nella parte terminale del corpo interno inoltre A? stato studiato anche un particolare e riservato loft quadrilocale dotato di giardino, cortile e terrazza superiore.

La��immobile A? inoltre dotato, al piano interrato del corpo interno, di un parcheggio con box a servizio delle unitA� abitative; in tutto sono stati previsti 45 posti auto di cui 3 doppi.A�Dal punto di vista architettonico la��intervento A? pensato in un ambito di ammodernamento generale della��edificio con la volontA� perA? di mantenerne le caratteristiche materiali e compositive originarie. Nella ristrutturazione a residenza, pur con la��inserimento di nuovi piani, esternamente sono state mantenute le caratteristiche architettoniche determinate dal particolare ritmo di facciata con lesene decorative ed il disegno dei nuovi serramenti metallici riprende verticalmente la scansione di quelli originali mantenendo le proporzioni ed il sapore post-industriale. Per quanto riguarda il corpo su strada A? stato invece previsto il restauro della bella facciata pubblica esistente.A�My friend say please write an essay for me and i gave him right link. Complessivamente i corpi di fabbrica mantengono una gradevole omogeneitA� di materiali che tuttavia si differenziano di poco tra corpo su strada e corpo interno; piA? in generale rimangono conformi alla��esistente i materiali di facciata (intonaco, pietra grigia opaca, cemento decorativo) mentre i terrazzi sono pensati con struttura autonoma da quella della��edificio e realizzati tramite portali metallici in cui sono integrati i parapetti vetrati e gli elementi di supporto del verde.

La presenza dei nuovi terrazzi che si affacciano sul cortile privato adeguano cosA� la��immagine della��edificio ai moderni usi residenziali promuovendo una��uniformitA� estetica fortemente connotata dalla presenza del verde.